Da vicino e personale con David Marshall Grant - Per il suo compleanno!

114555677.jpg

Di Neil Woulfe
Direttore Radar News

Potresti conoscerlo dal suo ruolo nominato al Tony nell'innovativa commedia di Broadway Angeli in America - o dai suoi numerosi ruoli da protagonista in TV - o come Anne HathawayÈ un buon papà di cuore Il diavolo veste Prada.



David Marshall Grant - uno dei preferiti di Radar - intrattiene e commuove il pubblico da decenni, sia davanti che dietro la telecamera.



Quindi, in onore del suo compleanno martedì 21 giugno, spiceend.com sta descrivendo questo attore / drammaturgo / capo televisivo poliedrico e di bell'aspetto fanciullesco sulla sua celebre carriera, la recente cancellazione della ABC Fratelli sorelle per cui ha servito come 'Showrunner' e perché chiama Glee un 'punto di svolta'.

Radar: Primo, buon compleanno! Come pensi di festeggiare?



David: Cercando di non pensarci.

Radar: Sei cresciuto nel Connecticut e i tuoi genitori erano entrambi medici. Qualche pressione per seguire le loro orme?

David: Affatto. Mi hanno sempre aiutato a recitare. E sono andato alla Yale School of Drama. Potevano dire ai loro amici che stavo andando a Yale e saltare la parte drammatica se volevano.



Radar: Non dimenticherò mai di aver visto la produzione originale di Broadway di Angeli di Tony Kushner in America. È stato davvero elettrizzante. Per la tua interpretazione di Joe Pitt in quella produzione, hai ricevuto una nomination al Tony Award nel 1994. Com'è stata quell'esperienza?

David: Impossibile riassumere i miei sentimenti al riguardo. È stata un'esperienza straordinaria sia personalmente che professionalmente. La commedia è un capolavoro e di averne fatto parte è qualcosa di cui sarò sempre grato. Joe Pitt era un uomo torturato. Il suo cattivo comportamento nasceva da un bisogno molto umano di fare la cosa giusta. Era solo stato trascinato in direzioni diverse mentre cercava di capire cosa significasse il bene. Ero quasi alla fine del mio viaggio verso l'accettazione di me stesso quando ho ottenuto la parte, quindi mi sono identificato molto con lui. Il cast era fuori dal cielo e abbiamo tutti assaporato ogni ultimo minuto della corsa.

Radar: Sei anche apparso nel dramma televisivo della ABC trenta e qualcosa in cui hai interpretato il personaggio gay Russell. Nel 1989, nella terza stagione dello spettacolo, il tuo personaggio è stato mostrato a letto con un altro uomo. A quel tempo, solo il sottile suggerimento di sesso tra due uomini era rivoluzionario e ha acceso una tempesta di fuoco. Gli sponsor hanno ritirato le loro pubblicità e l'episodio non è stato mostrato durante le repliche estive. Qual è la tua reazione?

David: Non ero sorpreso, ma mi sentivo un po 'orgoglioso. Mi sciocca sempre il pregiudizio e l'odio delle persone. All'epoca ero chiuso, quindi era come se il mio bambino gay interiore fosse molto felice con me.

Radar: Sei apertamente gay adesso, ma in qualsiasi momento della tua carriera le persone a te vicine ti hanno consigliato di non fare coming out, che avrebbe potuto danneggiare la tua carriera?

David: I miei amici hanno sentito il mio dolore. è stata una scelta difficile, può limitare le tue scelte come attore. I miei agenti non ne hanno mai parlato perché non avevo detto loro che ero gay. Il cieco che guida il cieco.

Radar: Chi non pensi che più attori gay non vengano fuori? Dal momento che sono sotto gli occhi dell'opinione pubblica, hanno la responsabilità speciale di farsi notare e di essere modelli per i giovani LGBT - o la vedete puramente come una decisione personale?

David: Non escono perché è ancora un problema per gli attori. Sei un tipo scelto in questo settore e fare coming out può limitare ciò che giochi. Non credo che gli attori abbiano la responsabilità di essere modelli di ruolo. Se così fosse, perché smetterla di fare coming out? Essere un cittadino modello non è un prerequisito per il lavoro. E comunque, se costringi qualcuno a fare la cosa giusta, non è più la cosa giusta. Detto questo, alla fine penso che non puoi eccellere in nulla se non sei onesto su chi sei. Quindi, un attore gay è un po 'tra il rock e il martello (scusate l'espressione) ho finalmente deciso di essere quello che ero e ho lasciato che le chip cadessero dove potevano. L'ironia è che la mia carriera ha continuato a crescere. Forse non nel modo in cui mi aspettavo, ma questa è la bellezza della vita, non puoi controllarla completamente. Infine, i tempi stanno cambiando. Guarda Nell Patrick Harris. Ce l'ha fatta. È una star, è gay e interpreta un ragazzo etero. Anche la prima star del cinema gay è dietro l'angolo. Se fossi giovane e sexy, cercherò di essere quel ragazzo.

Radar: Oltre a recitare, hai anche lavorato come capo nel dramma della ABC Brothers & Sisters, servendo in varie occasioni come sceneggiatore, story editor e poi come Head Show Runner. Perché hai deciso di essere anche dietro la telecamera?

David: Ho iniziato a scrivere come attore. Hai molto tempo a disposizione in attesa di trovare un lavoro o nella tua roulotte in attesa di agire. È stata solo una transizione organica. Tutto quello che ho imparato come attore lo uso come scrittore e produttore.

Radar: Anche se non è insolito per uno show televisivo avere un solo personaggio gay assistente, Brothers & Sisters aveva tre personaggi regolari che erano persone completamente formate, tra cui la coppia Kevin e Scotty. Lo spettacolo ha mai dovuto lottare per mantenere delle scene intime tra di loro nello show, o la ABC è stata di supporto?

David: ABC dovrebbe ricevere un premio LAMDA. Trenta e qualcosa, Kev e Scotty. Per non parlare dello zio Saul e Richard Chamberlain viso. Andiamo, ABC è il migliore.

Radar: Devi sentirti molto gratificato di essere in grado di presentare personaggi gay complessi e completamente formati in televisione.

David: Sì. Come Harvey Milk ha detto, uscire è la cosa più importante che possiamo fare. Sono contento di far parte del coming out della TV.

Radar: Qual è la tua opinione Glee, che presenta non solo personaggi gay, ma giovani personaggi gay? Piace trenta e qualcosa, vedi Glee anche come rivoluzionario?

David: Glee è un punto di svolta. L'epica battaglia che affrontiamo come persone gay è davvero combattuta al liceo. Vedere i ragazzi gay essere quello che sono, uscire con qualcuno, amare, esprimersi a quell'età ... è la cosa più importante che puoi mostrare. Non l'ho mai avuto. Non solo perché non so cantare, ma per i tempi in cui sono cresciuto. Il liceo è stato il luogo in cui ho imparato per la prima volta a nascondere chi ero. Odiare me stesso. Glee è la risposta.

Radar: Come molti fan di Brothers & Sisters probabilmente sanno ormai, il mese scorso, la ABC ha purtroppo cancellato lo spettacolo. Qual è stata la reazione del cast? Sei rimasto sorpreso o l'hai visto arrivare?

David: Sapevamo di essere sulla bolla. È stato triste finirla, ma è stata una lunga corsa.

Radar: C'è qualche possibilità che la ABC ordini un episodio speciale finale di Brothers & Sisters della durata di una o due ore in modo che si possano concludere le questioni in sospeso nella trama?

David: Non credo proprio. E mi è piaciuto il modo in cui è finita. Nora è finalmente innamorata, Sarah si sposa con Luc, Kevin e Scotty hanno una famiglia con due figli, Justin sta per andare avanti, Tommy lo ha già fatto e Kitty è incinta e innamorata. Non male per una famiglia che ha avuto la sua parte di problemi negli ultimi cinque anni.

Radar: Oltre al tuo lavoro televisivo e teatrale, nel 2006, hai ottenuto un ruolo da film prugna - interpretare il padre di Anne Hathaway nel perfidamente divertente Il diavolo veste Prada. Deve essere stato molto divertente.

David: Totalmente.

Radar: Immagino che come 'papà onorario' di Anne, devi essere stato estremamente orgoglioso quando ha co-ospitato gli Oscar, rendendola la più giovane conduttrice nella storia degli Oscar.

David: Doveva essere la più giovane se fosse mia figlia, giusto?

Radar: Allora qual è il tuo futuro?

David: Ci sto lavorando Distruggere su NBC. Stiamo organizzando un musical di Broadway. Cosa può volere di più un ragazzo gay ...

Dai un'occhiata ai crediti professionali di David su IMDB