Icona tragica L'assassino di Selena chiede un nuovo processo, accusa il pubblico ministero di aver nascosto le prove

Il killer di Selena Quintanilla chiede un nuovo processo accusa il pubblico ministero di aver nascosto le proveIl killer di Selena Quintanilla chiede un nuovo processo accusa il pubblico ministero di aver nascosto le prove Credito fotografico: Youtube; Dispensa

Yolanda saldivar sta scontando l'ergastolo in prigione per l'omicidio del cantante nel 1995 Selena quintanilla-perez. Sebbene sia idonea alla libertà condizionale nel 2025, spiceend.com può rivelare in esclusiva che vuole uscire da dietro le sbarre chiedendo un nuovo processo.

In atti giudiziari ottenuti dalla divisione Waco del tribunale distrettuale degli Stati Uniti, Saldívar, incarcerato presso la divisione istituzionale correttiva del Dipartimento di giustizia penale del Texas presso l'Unità di Mountain View, ha depositato un secondo atto di Habeas Corpus il 28 marzo 2019.



Saldívar, 58 anni, ha affermato il pubblico ministero, Carlos Valdez, aveva e ha detenuto prove materiali a discarico, che sono prove favorevoli all'imputato, senza rivelarle alla difesa o alla giuria durante il processo. Ha affermato che dopo 23 anni, ha presentato le prove al pubblico in un'intervista ai media spagnoli.



Ha affermato che in nessun punto dell'Indice delle mostre dello Stato c'erano un paio di scarpe da tennis Reebox bianche e / o un berretto da baseball nero presentato come prova alla giuria, che secondo lei erano state indossate dalla cantante vincitrice del Grammy, non da lei.

'Il firmatario parafrasa l'intervista ai media del signor Valdez in cui ha affermato che lui e l'avvocato difensore, il defunto Sig. Douglas Tinker, ha discusso di quali [prove] sarebbero state presentate o meno alla giuria ', si legge nel documento. 'Come può essere? È la giuria, nientemeno, che deciderà il destino del firmatario, tra [la vita] in prigione e [la libertà]. La giuria, NON la difesa o il pubblico ministero è il difensore dei fatti di tutte le prove materiali rilevanti e solo loro dovrebbero e DID stabilire tra condanna e assoluzione '.



Saldívar, che ha affermato che la sparatoria è stata accidentale, ha chiesto che se le scarpe e le macchie di sangue su di esse avrebbero dimostrato che aveva commesso il 'presunto crimine', allora perché l'accusa ha escluso le prove? Cioè, 'a meno che non ci sia stato un nefasto tentativo di oscurare un verdetto contro il firmatario'.

Ha continuato a sostenere che non vi è 'alcun dubbio' che il pubblico ministero 'abbia compromesso la veridicità delle prove non solo negando le prove, ma sostenendo che quelle scarpe da tennis appartenevano all'imputato, incitando e infettando ancora di più il sedimento del pubblico contro il firmatario prima , durante e ora con la sua recente intervista ai media '.

Saldívar ha anche affermato che Valdez 'sapeva che quelle scarpe da tennis appartenevano alla vittima e trattenerle ha aiutato a ottenere la condanna del firmatario che praticava una parodia della giustizia nei confronti dello stato di diritto e violava i diritti costituzionali del firmatario'.



Ha sostenuto la questione delle scarpe perché la Corte d'Appello 'ha ritenuto' di aver sparato a Quintanilla-Perez alla schiena mentre camminava verso la porta della stanza di Saldívar. Ciò indicherebbe che la sparatoria è avvenuta all'interno, non all'esterno.

'Il pubblico ministero, il signor Valdez, ha presentato le prove della scia di sangue che afferma che la vittima ha lasciato dietro di sé mentre correva per 130 iarde (390 piedi) dalla stanza all'atrio anteriore del motel', si legge nei documenti del tribunale. 'Il 'trattenere' le scarpe della vittima (cioè le scarpe da tennis White Reebok) è di grande importanza perché se è come ha affermato il signor Valdez nella sua intervista del 16 marzo 2018 che la firmataria 'ha calpestato' il sangue della vittima mentre ha seguito il vittima, allora l ''intento' sarebbe stato dimostrato o confutato. Per 23 anni, né la giuria né la difesa hanno saputo dell'esistenza di tali scarpe '.

Ha continuato: 'Nella sua intervista ai media, (parafrasando il signor Valdez) ha affermato che lo 'sforzo', lesione dell'arteria succlavia perforata post destra, che la vittima ha mostrato durante la corsa è ciò che ha ucciso la vittima. Se le 'scarpe da tennis' fossero state presentate come prove, avrebbero potuto dimostrare l'entità della perdita di sangue della vittima poiché una lesione all'arteria avrebbe prodotto un'enorme quantità di sangue che fuoriesce dalla vittima nelle sue scarpe. La giuria non è mai riuscita a deliberare su questa prova cruciale '.

Il caso è stato archiviato senza pregiudizi perché il firmatario ha presentato la petizione al tribunale distrettuale e deve chiedere l'autorizzazione al Quinto Circuito.

Saldívar, il fondatore del fan club di Quintanilla-Pérez, ha contribuito a gestire il boutique del cantante con sede in Texas. Il padre di Quintanilla-Pérez ha iniziato a sentire lamentele da parte dei membri del fan club di non aver ricevuto gli articoli per cui avevano pagato. Hanno anche sentito dai dipendenti che stava rubando soldi dal negozio di San Antonio.

Il 31 marzo, la cantante di 'I Could Fall In Love' ha incontrato Saldívar, che ha affermato di essere stata violentata. Quintanilla-Pérez l'ha portata in ospedale per un esame, ma l'ospedale non ha eseguito un esame completo su di lei perché non era residente a Corpus Christi e non era nella giurisdizione del presunto attacco.

I due sono tornati al Days Inn dopo aver lasciato l'ospedale. Quintanilla-Pérez ha chiesto documenti finanziari. Mentre se ne stava andando, Saldívar le ha sparato alla schiena.

La cantante di 'Bidi Bidi Bom Bom' si è diretta verso la hall. Ha chiamato Saldívar come il tiratore mentre è svenuta, ha affermato il personale del motel. È stata dichiarata morta poco dopo essere arrivata in ospedale. Aveva 23 anni.

Saldívar ha quindi minacciato il suicidio in una situazione di stallo di oltre nove ore con la polizia prima di essere arrestata.

Si è dichiarata non colpevole. È stata condannata e condannata all'ergastolo senza possibilità di libertà condizionale fino al 2025.

Ottieni lo scoop esclusivo delle celebrità su tutte le stelle che ami prima dei tuoi amici iscrivendoti al nostro nuovo podcast Straight Shuter qui sotto!