Michelle Carter, la giovane assassina di testi, ottiene la liberazione anticipata dalla prigione dopo la morte del fidanzato

Michelle Carter, la giovane assassina di testi, ottiene la liberazione anticipata dalla prigione dopo la morte del fidanzatoMichelle Carter, la giovane assassina di testi, ottiene la liberazione anticipata dalla prigione dopo la morte del fidanzato Credito fotografico: Shutterstock; Facebook

Teen Text Killer Michelle Carter sarà rilasciato dal carcere il 23 gennaio dopo aver guadagnato mesi di 'buona condotta', ha confermato spiceend.com.

Sta scontando una pena detentiva di 15 mesi per omicidio colposo nella morte del suo fidanzato, Conrad Roy III, con cui ha scambiato 20.000 messaggi di testo che lo incoraggiano a suicidarsi.



“Michelle poteva guadagnare fino a 10 giorni al mese di sconto sulla sua condanna buon comportamento', Ha detto a Radar il portavoce dello sceriffo della contea di Bristol, Jonathan Darling.



'La sua nuova data di uscita è il 23 gennaio', ha verificato.

Il radar diede la notizia che lo era Carter guadagnare tempo libero per la sua data di uscita originale del 5 maggio 2020.



'Lei è una prigioniero modello', Ha spiegato Darling. “Non ha mai litigato. Prende lezioni e lavora in prigione. È gentile con il personale, i volontari e gli altri detenuti ', ha detto riguardo al suo comportamento dietro le sbarre.

'Non è stata affatto un problema.'

Darling ha anche detto a Radar che non sono state fatte richieste speciali per il rilascio di Carter, spiegando che la maggior parte dei detenuti viene rilasciata 'durante l'orario lavorativo', dalla famigerata prigione dove Aaron Hernandez una volta si tenne.



Carter ha presentato una petizione alla Corte Suprema per ribaltare la sua condanna, sostenendo che le sue azioni erano protette dal Primo Emendamento, ma la corte ha rifiutato di ascoltare il caso.

'Il verdetto del giudice del processo e l'affermazione [della corte suprema dello stato] non lasciano dubbi Carter è stata condannata solo per le sue parole - quello che ha detto e non ha detto a Roy. Carter non ha fornito a Roy i mezzi per la sua morte né ha partecipato fisicamente al suo suicidio ”, hanno detto i suoi avvocati nella loro argomentazione.

Ha anche presentato una petizione al Parole Board per un rilascio anticipato ma negato nel settembre 2019.

'Dato il comportamento del soggetto in facilitare la morte della vittima, versione non compatibile con il migliore interesse della società. Non ha fornito informazioni sufficienti sul motivo della mancanza di empatia al momento del crimine e del periodo di tempo circostante ', ha dichiarato la decisione del Parole Board.

I 20.000 messaggi di testo scambiati tra Carter e Roy l'hanno aiutata a condannarla per il crimine.

'Sei così titubante [sic] perché continui a pensarci troppo e a respingerlo. Devi solo farlo Conrad. Più lo spingi via, più ti mangerà ', ha scritto Carter a Roy il 12 luglio 2014 mentre esitava nella sua decisione di uccidersi.

Il corpo di Roy è stato trovato il 13 luglio 2014 nel suo camion in un parcheggio K-Mart in Massachusetts. Morì inalando monossido di carbonio e la sua morte fu dichiarata suicida.

“Penso che sia solo si è ucciso', Ha scritto Carter in un messaggio di testo alla sua amica Samantha Boardman quando ha smesso di rispondere da Roy il giorno in cui è morto.

'Sam, mi ha appena chiamato e c'è stato un forte rumore come un motore e ho sentito gemere come se qualcuno stesse soffrendo e lui non ha risposto quando ho detto il suo nome Sono rimasto al telefono per circa 20 minuti è tutto quello che ho sentito, Carter ha scritto alla sua amica la notte della morte di Roy.

Aveva solo 17 anni quando Roy è morto, un fattore che il giudice ha preso in considerazione quando l'ha condannata a soli 15 mesi per il suo comportamento 'sfrenato e sconsiderato' nel caso.

Se tu o qualcuno che conosci ha pensieri di suicidio, contatta la National Suicide Prevention Lifeline al numero 1-800-273-8255, disponibile 24 ore su 24 tutti i giorni.