Il produttore di 'sopravvissuto' è stato liberato dalla prigione 4 anni dopo essere stato condannato per aver ucciso sua moglie

Il produttore di Il produttore di Credito fotografico: Shutterstock; MEGA

Sopravvissuto produttore Bruce Beresford-Redman è uscito di prigione, quattro anni dopo essere condannato di uccidendo sua moglie.

Come ha appreso spiceend.com, la star televisiva è stata liberata dalla prigione messicana due mesi fa ed è attualmente tornata a casa, nel sud della California. Ha scontato sette anni e mezzo nonostante fosse stato condannato a 12 anni per l'omicidio della moglie nel 2010 Monica Burgos Beresford-Redman.



Bruce lo era estradato in Messico nel 2012 dopo essere stato nominato sospetto nel caso di omicidio di Monica. La coppia era in vacanza a Cancun nel 2010 quando Monica è improvvisamente scomparsa. La polizia ha presto trovato il suo corpo nelle fogne del resort Moon Palace.



Le persone che stavano nella camera da letto sotto Monica e Bruce hanno detto alle autorità di aver sentito urla e grida di aiuto provenienti dall'alto, ore prima che il corpo senza vita della donna fosse trovato. Bruce ha detto che le urla provenivano da un gioco a cui stavano giocando.

La causa della morte di Monica è stata l'asfissia per soffocamento. Le autorità ritengono che Bruce possa averla colpita alla testa con un tubo o una mazza prima di soffocarla e scaricarla nella fogna dell'hotel. Il produttore è stato condannato per aver ucciso sua moglie nel 2015.



Nonostante le prove, Bruce ha mantenuto la sua innocenza durante l'intera indagine, raccontando 48 ore di mistero nel 2012 “Tutti sembrano aver deciso che ho ucciso mia moglie. Non ho ucciso mia moglie, davvero non l'ho fatto. '

I pubblici ministeri, tuttavia, non hanno comprato la sua storia, e nemmeno lo hanno fatto Le sorelle di Monica, che ha detto che la coppia aveva avuto problemi coniugali prima dell'omicidio, poiché Monica credeva che Bruce avesse una relazione.