'Gina Kirschenheiter di RHOC si dichiara colpevole di addebiti per DUI, in libertà vigilata per 3 anni

Gina Kirschenheiter Closeup Guardando SconvoltoGina Kirschenheiter Closeup Guardando Sconvolto Credito fotografico: Bravo

Stella di 'Real Housewives of Orange County' Gina Cherry applaude evitato un possibile carcere dopo essersi dichiarato colpevole nel suo caso DUI, spiceend.com può confermare.

Secondo i documenti del tribunale ottenuti da Radar, Gina si è dichiarata colpevole di un conteggio di reato di guida sotto l'influenza di alcol e un conteggio di reato di guida con un livello di alcol nel sangue pari o superiore allo 0,08% martedì 9 luglio.



I verbali del tribunale mostrano che Gina, 35 anni, è stata condannata a tre anni di libertà vigilata informale e deve sottomettersi a sei mesi in un 'programma di alcolismo criminale'. La mamma di tre bambini deve anche completare 20 ore di servizio alla comunità.



Durante il periodo di prova informale di tre anni, Gina non deve essere sorvegliata da un addetto alla sorveglianza. Il RHOC star deve anche pagare varie multe.

Lo sceriffo della contea di Orange ha arrestato Gina il 31 gennaio. La Bravolebrity si è subito scusata per il suo comportamento e ha detto in esclusiva a Radar di aver fatto una 'pessima scelta' dopo 'una serata fuori di mamma. '



The Blast è stata la prima a denunciare la sua dichiarazione di colpevolezza.

L'udienza in tribunale arriva dopo che a Gina è stata concessa un'ordinanza restrittiva temporanea nei confronti del marito separato opaco dopo il suo arresto il 22 giugno per sospetto di reato di violenza domestica. Non è stato formalmente accusato di un crimine.

Il 24 giugno, un giudice della contea di Orange ha concesso a Gina un ordine restrittivo temporaneo. A Matt non è consentito avvicinarsi a meno di 100 metri da lei o dai loro figli.



Inoltre, a Gina è stata concessa 'la custodia legale e fisica' dei loro figli fino all'udienza del 17 luglio.

Nell'ordine restrittivo, Gina ha affermato di temere per la sua vita durante una violenta rissa dopo la festa di compleanno di un amico.

Gina ha affermato che Matt è diventato 'arrabbiato' durante un viaggio Uber verso casa ed è sceso dal veicolo. Diverse ore dopo, Matt avrebbe fatto irruzione in casa sua dopo aver 'suonato il campanello' e 'bussato ripetutamente alla porta'.

'Il convenuto era entrato in qualche modo in casa mia ed era furioso', ha affermato nei documenti. “Ho detto al convenuto che non l'avevo sentito alla porta. Si è subito infuriato. Mi ha buttato sul divano e ha gettato in giro alcuni mobili. Avevo paura e ho cercato di alzarmi, ma mi ha buttato di nuovo sul divano. Era così arrabbiato; sudava copiosamente dalla testa ai piedi. Ero terrorizzato.'

Ha poi affermato che Matt le aveva detto che l'avrebbe 'fottutamente uccisa' mentre le urlava in faccia.

'Mi ha strappato la cinghia del reggiseno, poi ha preso un cuscino e mi ha colpito con forza su un lato della testa', ha detto. “Mi risuonarono le orecchie. L'ho pregato di smetterla per calmarsi ... ma ha continuato a picchiarmi. '

Ha affermato che lui ha iniziato a soffocarla e a picchiarla 'su tutto' il corpo, provocando 'segni, lividi, graffi e sanguinamento in tutto il corpo'.

“Ci sono altri incidenti che mi hanno spaventato in passato. Troppi da ricordare. A questo punto, devo proteggere me ei nostri figli ', ha scritto Gina.

L'avvocato di Matt ha risposto e ha spiegato che a causa della potenziale indagine penale e delle accuse contro di lui, sta 'facendo valere i suoi diritti per il quinto emendamento e al momento non è in grado di rispondere in modo sostanziale alle affermazioni fattuali del firmatario'.

L'avvocato ha chiesto al giudice di consentire a Matt di vedere i loro tre figli, Nicholas, 7, Siena, 5 e Luca, 4, offrendo anche di avere monitorato le visite con i bambini.

Gina ha chiesto il divorzio nel 2018. I due hanno tentato di riconciliarsi mesi prima dell'arresto.