ESCLUSIVO: Ron Jeremy reagisce al test misterioso della porno star positiva per l'HIV

SPL216225_014.jpg

Un attore porno senza nome è risultato positivo al test dell'HIV e il volto più famoso del settore, Ron Jeremy, racconta spiceend.com il ronzio è che è un attore maschio che lavora in film per adulti gay.

'È politicamente scorretto da dire, ma in genere è molto più facile ottenerlo attraverso rapporti omosessuali che eterosessuali', ha detto Jeremy in un'intervista esclusiva a spiceend.com.



Nei film gay non vengono necessariamente testati perché usano sempre gomme, a differenza dei film etero. Le compagnie cinematografiche gay non richiedono test perché usano la protezione per tutto '.



La notizia dell'attore infetto è stata diffusa martedì, spingendo due dei leader del settore - Vivid Entertainment e Wicked Pictures - a interrompere la produzione.

'Non credo che sia un giocatore importante; Penso che sia qualcuno che lavora ogni tanto e questo mi dà fastidio a morte ', ha detto Jeremy.



'Se si tratta di un attore importante, sarò davvero scioccato. La maggior parte dei clienti abituali si sottopongono a test da oltre 10 anni e hanno uno stile di vita che non garantisce l'HIV '.

La Adult Industry Medical Healthcare Foundation testa gli attori pornografici e la legge richiede loro di risultare negativi per tutte le malattie a trasmissione sessuale entro 30 giorni dal lavoro su un progetto.

'È molto importante che le persone sappiano che facciamo il test ELISA per l'HIV che riduce la finestra per i risultati e nel porno eterosessuale, il test è assolutamente obbligatorio', ha detto Jeremy.



ELISA [Saggio immunoassorbente legato all'enzima] ha molti usi, uno dei quali è una tecnica biochimica utilizzata per rilevare rapidamente l'HIV.

'La cosa che lo rende così triste è che qualche idiota che è a malapena nel mondo degli affari risulta positivo e chiude le compagnie pornografiche e mette le persone senza lavoro e l'industria sta soffrendo', ha detto Jeremy.

'Sta arrivando in un momento molto brutto perché il settore si sta trattenendo da un filo.'